Le basi

Quali sono i tipi di carta? E come si usano?

Il design più accattivante e il colore più brillante possono abbattere ogni tipo di entusiasmo in fase di stampa, quando la scelta della carta non è stata giustamente considerata. Sono un designer non un cartolaio! Eppure tutto il lavoro creativo in fase di stampa ha bisogno di un supporto ideale per rendere al massimo. Dunque, che tipo di carta pensi di usare per il tuo progetto?

Che carta usare nelle stampe online di brochure?

Scegliere il tipo di carta giusto dipende soprattutto dal progetto che si sta portando avanti. Per la stampa di adesivi o vetrofanie dove i colori devono essere brillanti le scelte sono infinite, ma che budget hai? Domanda retorica, se il budget praticamente non c’è e cerchi un supporto ideale che duri almeno un paio di anni, la scelta migliore è il PVC Fasson, a base bianca o trasparente. Si tratta del supporto più usato perché economico ma di buona resa che permette anche di applicare una verniciatura antigraffio. Per una resa più sofisticata si può puntare invece suun tipo di cartoncino tripatinato impreziosito con finitura gloss, che oltre al fatto di essere di pura cellulosa è costituita almeno per il 25% di fibre recuperate e potrai anche dire di aver stampato su carta Fedrigoni.

La scelta si complica per la stampa di biglietti da visita, dove i possibili tipi di carta da scegliere possono creare non poca confusione. Unica certezza è la grammatura, che non deve scendere sotto i 300 g., per il resto si può scegliere tra cartoncini di diversa composizione che però siano ben adattabili a personalizzazioni come plastificazioni opache o lucide. Qualche suggerimento? La carta Mondi e Fedrigoni che ti permettono anche di puntare sul lato più green del tuo progetto, dal momento che sono composte in parte da fibre riciclate e cellulosa.

2 carta

Come per i biglietti da visita, la scelta della carta si arricchisce di infinite possibilità quando si vogliono stampare volantini e cartoline. Troverete spesso la differenziazione tra carta standard e carta pregiata e questa distinzione vi aiuta sicuramente nella gestione del budget, sempre considerando che in ogni caso anche la carta standard se della giusta grammatura, che per i volantini può raggiungere i 90 g., produrrà un buon prodotto. La carta standard viene anche chiama “uso mano” perché si distingue dalle carte non patinate essendo per l’appunto patinata opaca o lucida. Ovviamente un tipo di carta pregiato vi permetterà di usare la carta e la stampa in modo creativo.

Curioso? Scopri le offerte di Press Up e seguici su Facebook per nuove idee originali!

Clicca per votare questo articolo!
[Total: 0 Average: 0]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *